“Caro diario” – terza settimana

 In Attualità, Riflessioni

“Caro diario”, lunedì 30 marzo 2020, inizia la 3° settimana a porta chiusa

Oggi voglio condividere con voi un bellissimo messaggio che mi ha commosso sta mattina:

> Ti ho sognato stanotte!😴
Avevi comprato un capannone enorme e avevi aperto una parete esterna, così il governo ti aveva permesso di aprire di nuovo.
Avevo portato suocera e marito e avevamo comprato una marea di lana.
Poi a fine acquisti ci siamo abbracciate.
> Che delusione quando ho scoperto che era solo un sogno.☹️

Davvero, peccato che era soltanto un sogno!!

Certo che sono preoccupata pensando alle fatture che arriveranno comunque, ma quello che mi manca di più sono gli abbracci, il poter stare vicini!

D’altronde, se ho delle clienti così affezionate che mi sognano di notte (naturalmente più il negozio che me) riuscirò andare avanti dopo questo incubo! Ho fiducia nel futuro!

Lontani oggi per stare vicini domani! – Però si può essere vicino anche da lontano!

 

“Caro diario”, martedì 31 marzo 2020, 3° settimana di clausura

Questa giornata è passata in un baleno.
C’erano tanti Mail e WhatsApp da leggere, diverse telefonate da rispondere e tanti gomitoli da preparare per la consegna o la spedizione.

Dico un GRAZIE enorme alle clienti che mi pensano, a tutte quelle che ordinano lana da me e non nei Shop online. Mi aiutate a credere nel futuro di questo negozietto che domani festeggerà in solitaria! Cosa … ve lo dirò domani.

Un abbraccio, buona serata e buon “Sferruzzo”!

 

 

 

 

 

 

“Caro diario”, mercoledì 1° aprile 2020 3° settimana di clausura

Oggi è il primo aprile, quindi il giorno da fare scherzi e prendersi in giro.

Probabilmente quest’anno la maggior parte di noi non è tanto in vena.
Ci sono anche problemi pratici: come faccio attaccare il pesce a qualcuno se nemmeno posso avvicinarmi?

9 anni fa avevo scritto: No, non é un pesce d’aprile .. sto aprendo per davvero un negozietto di lana! Vieni vedere!

E siete venute in tante a vedere, non subito, ci è voluto del tempo, ma sempre di più!
E così in questi anni ho raggiunto un traguardo grazie a voi.

Volevo realizzare un punto d’incontro nel cuore di Giubiasco, dove i fili si intrecciano con la creatività.
Direi: obiettivo raggiunto!
Oltre ai fili si sono intrecciate delle bellissime amicizie e si sono incrociati tanti destini.

Ormai brinderò da sola, ma in giugno ci rifaremo!!!

“Caro diario”, giovedì 2 aprile 2020
 
Oggi niente fiori, non ne ho trovato uno da abbinare. Fiori marroncini non esistono, che io sappi.
Però la natura mi piace tutta e come non resisto quando vedo dei bei fiori, fotografo anche sassi e tronchi.
Mi affascinano le strutture diverse, le mille sfumature di colore. Guardando il bosco non vediamo soltanto verde, ma vediamo mille tonalità di verde, dallo scuro dei aghi di pino al tenue dalle foglie nuove di una betulla o un faggio.
Osservando invece i tronchi notiamo tantissime variazioni di marroni, ma soprattutto la diversità della corteccia.
Il castagno è ruvido, frastagliato, il faggio ha la pelle liscia …
 Avete capito di quale pianta ho fotografato il tronco?
Certo, è un platano. La sua corteccia a chiazze mi ricorda una cartina geografica con mari, isole e continenti.
 
Tanto divagare per dire che ho finito il giacchetto per una bimba.
Probabilmente diventerà un corso in autunno.
Mi sono divertita tanto a fare il punto traforato nel davanti e mi piace la forma asimmetrica.
Forse ho scelto un colore un po’ insolito, ma trovo che si addice al modello.
Devo ancora decidere quali bottoni attaccare, quelli a destra sono quasi troppo giusti che ci “muoiono”, magari meglio quelli semplici in legno di betulla?
 
Gira-gira sono ancora arrivata alle piante!?!
 
Auguro un ottima serata.
„Caro diario“, venerdì 3 aprile 2020
Oggi mi sono sentito proprio in clausura!
Dopo le 9 e mezza non sono più riuscita aprire le mail, dopo pranzo non funzionavano più nemmeno telefono e whatsapp! Era come dimostrare come sarebbe stato la realtà quotidiana 10-15 anni fa.
Domani cercherò di scoprire se aveva problemi Sunrise o se è stufo il router?
Wambo qui a casa è un po‘ lento ma funziona.

Non sentendo nessuno, non potendo usare il computer, mi sono data una mossa e ho smistato carte che aspettavano da tempo il loro turno.
Per la serie: non tutto il male viene per nuocere!
Naturalmente tra le carte ho trovato tanti modelli che volevo provare e quindi … dopo un po‘ avevo l’uncinetto in mano!! Incorreggibile?! Si, ma magari nascerà qualcosa che interessa anche voi.
Vi auguro una bella serata!
“Caro diario”, sabato 4 aprile 2020
Una bella giornata di sole fa pensare che la primavera sia arrivata.
Le api volano e ho visto anche le prime farfalle.
Loro possono andare dove vogliono, noi invece dobbiamo resistere!
Per fortuna abbiamo il lavoro a maglia, altrimenti magari finirei a Mendrisio, per non finire a Moncucco!?!
Per domani promettono un’altra giornata di sole, ho già un paio di progetti in mente per il giardino, almeno farò il pieno di luce e sole.
Mi daranno l’energia per la nuova settimana.
Vi auguro un buon fine-settimana!

“Cario diario”, domenica 5 aprile 2020

Un attimo fa è andato via il sole dalla nostra terrazza. Sembra quasi estate con le giornate lunghe.
Anche la temperatura invogliava di fare lavoretti in giardino, così oggi non mi sono nemmeno accorta che siamo in ‘isolamento’. Sentivo bambini giocare con i genitori, spero rigorosamente a gruppi famigliari.
Ho approfittato per tricotare un po’ sotto il ciliegio, magari domani potrò presentarvelo finito.
Sopra la mia testa le api 🐝 bottinavano alla grande.
C’è speranza che mangeremo un bel po’ di ciliegie 🍒.

Crostata per la giornata della maglia in giugno?!

Ora vado a sferruzzare sul divano, ciao, ciao!

Post recenti

Scrivi un commento