GRAZIE, GRAZIE!!! A tutte voi che in un modo o l’altro avete festeggiato con noi!

 In Attualità

GRAZIE, GRAZIE!!! A tutte voi che in un modo o l’altro avete festeggiato con noi!

Grazie di avermi regalata una giornata fantastica di condivisione e amicizia!

Grazie di cuore a tutti che in un modo o l’altro hanno reso speciale l’anniversario e naturalmente GRAZIE a tutte le clienti, che grazie a VOI il negozio continua ad esserci!

Abbiamo iniziato in bellezza con caffè e Gipfel, ma da subito sono stati “azionati” anche gli uncinetti!

Un po’ la volta sono arrivati i rinforzi e per l’ora del aperitivo c’era una bella tavolata.

Però le foto ingannano, oltre a chiacchierare, mangiare e bere abbiamo lavorato con molta concentrazione e a fine giornata alcuni polipetti erano pronti e tanti altri saranno terminati nei prossimi giorni.

GRAZIE ad Albino, Andrea, Beatrice, Caterina, Claude, Cristina, Daniela, Gianna, Iva, Ivan, Lucia,  Manuela, Marco, Michela, Nadia, Norma, Pamela, Patrizia, Roberta, Silva, Simona e Sue.

Se ti é venuto voglia di realizzarne uno anche tu, vieni a prendere la documentazione del “Progetto: Oktopusse für Frühchen” (Octopus per bimbi prematuri) che si impegna a regalare un polipetto ad ogni bimbo in incubatrice nei ospedali Svizzeri.

Vi metto brevemente la storia

Un progetto chiamato “Kleine Tintenfische” è nato nel febbraio del 2013 in Danimarca, quando una mamma realizzò un piccolo polipo per il suo bebè nato troppo, troppo presto. L’octopus è stato messo vicino al bimbo nell’isoletta (incubatrice) e sembrava che il bebè si calmasse e tirasse meno i vari tubi e la sonda gastrica. Allora anche i altri prematuri sono stati affiancati da un polipetto e l’effetto calmante si è ripetuto: respiro e battito son diventati più regolari e l’ossigenazione del sangue aumentava.
Si pensa che i tentacoli assomigliano al cordone ombelicale, che i bimbi conoscono dall’utero materno “perso” troppo presto.
Fonte: http://hypekids.net

Nel frattempo l’iniziativa se è allargata a Spagna, Norvegia, Svezia, Ucraina, Germania, Austria, Polonia, e tanti altri paesi. Un po’ di tempo fa, anche in Svizzera dei volontari hanno iniziato a realizzare dei piccoli polipi.

Perché un octopus?

Per distogliere l’attenzione dei piccoli da tubi e sonde, a ogni bebè in incubatrice vien messo un polipo così vicino da poterlo toccare. Il sentire e aggrapparsi all’Octopus collega alle prime esperienze dell’afferrare il cordone ombelicale. Il tenersi può aiutare al bebè ad orientarsi.

In Svizzera, dei 85’000 neonati annui, circa 6’000 bimbi nascono in anticipo.
I bambini nati prematuri hanno una partenza nella vita più difficoltosa. Questo significa per bebè e genitori un periodo molto pesante. Alla nascita segue un ricovero in Neonatologia intensiva, che può durare settimane o anche mesi. Tanti di questi bimbi passano le prime settimane di vita in incubatrice. Spesso sono nutriti artificialmente e aiutati a respirare.

Il riflesso dell’afferrare è molto sviluppato nei bimbi prematuri. Di frequente tirano i tubi e le sonde e questo può essere pericoloso e doloroso.

 

Post recenti

Scrivi un commento